3 novembre 2016
News

Gli arredi di Gebrüder Thonet Vienna per La Forêt Noire.

Alcuni pezzi iconici della collezione arricchiscono gli ambienti dell’elegante ristorante francese.

Il nuovo attaccapanni Waltz, la sofisticata sedia Bodystuhl e l’iconico sgabello Cirque, arredano gli interni del nuovo ristorante La Forêt Noire  a Chaponost, ad ovest di Lione, progetto realizzato dallo Studio Claude Cartier Décoration.

yaa_8630__studio_erick_saillet-fileminimizer

Lussuoso, elegante e con un sapore art decò, gli interni del ristorante richiamano i salottini della Parigi anni venti giocando sul contrasto di materiali, forme e colori ispirati ad una foresta equatoriale.

Profili in ottone e velluti verdi si accostano alla paglia di Vienna della sedia Bodystuhl di Nigel Coates: le curve del legno di faggio lavorato a vapore definiscono l’ampia seduta e lo schienale ergonomico, caratterizzati per la loro forma accogliente ed arricchiti da braccioli che ne amplificano le forme sinuose.

g-fileminimizer

 

Un’interpretazione della naturalezza dei colori e delle linee, viene evidenziata anche dal nuovo attaccapanni Waltz dei GamFratesi realizzato in faggio curvato ed ispirato alla leggerezza dei passi del più antico e noto tra i balli da sala, il Valzer. Questo prodotto lascia grande libertà progettuale, grazie alla possibilità di affiancare più moduli – ognuno costituito da tre elementi curvi, i primi due rivolti verso l’alto e il terzo ribaltato verso il basso – posizionandoli lungo la parete sullo stesso asse o capovolgendoli, riproducendo così l’ideale linea tracciata dal flessuoso movimento di due ballerini che girando, girando, girando al ritmo della musica ne disegnano nello spazio il caratteristico profilo.
yaa_8646__studio_erick_saillet-fileminimizer

 

L’ambiente retrò e l’accostamento dei diversi elementi viene infine ritmato dal pavimento in marmo nero e bianco, gioco grafico dato anche dall’elemento curvato degli sgabelli Cirque di Martino Gamper che  si inserisce nella base in modo inaspettato, delineando il profilo della seduta attraverso una catena di due o tre cerchi di legno che inanellano le gambe su tutta la lunghezza. Un virtuosismo estetico che si integra perfettamente con la funzionalità della seduta.

 

Credits fotografici: Erick Saillet and Guillaume Grasset

 

Per visualizzare le immagini del progetto clicca qui

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Privacy/Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi